Metodologie
Metodologie

Attività ludica
costituisce uno strumento importante per la crescita del bambino, sia a livello cognitivo, che affettivo. Offriremo quindi ai genitori la possibilità di affidare i propri figli a dei professionisti, in spazi preparati appositamente per assicurare al bambino un ambiente in cui sia possibile viversi la gioia di giocare, attraverso materiali e proposte adeguate alla sua età.

Racconto e drammatizzazione
Si ritiene fondamentale valorizzare la fantasia e le capacità espressive del bambino utilizzando frequentemente il racconto di favole, attraverso un utilizzo marcato della gestualità e della mimica che aiuta il bambino a partecipare attivamente al racconto. La capacità di ascoltare e di ricreare una storia in questa fase della crescita è fondamentale per l’acquisizione di una coscienza del Sé, oltre a promuovere un amore per la conoscenza. Le marionette sono uno strumento basilare per la drammatizzazione di storie e vissuti emotivi e di identificazione nei diversi personaggi.

Attività motoria e danza
L’attenzione dell’educatore è posta nel permettere al bambino di vivere esperienze attive di movimento che permettano di acquisire sicurezza nelle piccole-grandi conquiste di autonomia. Per quanto riguarda la danza, l’obiettivo è di favorire nel bambino un’espressività corporea che segua la musica nel ritmo e nei contrasti (es. piano-forte; lento-veloce) e che sia autentica e personale (vivere la musica col corpo e con le emozioni, senza seguire movimenti specifici proposti dall’adulto).

Educazione musicale
Avvicinare il bambino al mondo della musica, attraverso l’ascolto di diversi generi musicali (rock, jazz, classica) e la produzione di suoni, con la fabbricazione e l’utilizzo di semplici strumenti.

Espressione artistica
Basandosi principalmente sui testi di R. Arnheim, che mette in evidenza gli aspetti conoscitivi nella costruzione dell’immagine nei primi stadi di sviluppo, gli educatori sono in grado di stimolare nel bambino un’attività figurativa libera dalle interferenze dell’adulto, nei tentativi dei piccoli di percepire il mondo esterno e di crearsi dei propri concetti rappresentativi.

Educazione ambientale
Il contatto con la natura sarà un elemento essenziale dell’attività svolta con i bambini: Infatti il contatto diretto con la natura spesso viene a mancare in città dove il bambino è costretto a vivere nell’ambiente ristretto della propria casa. A nostro parere, invece, un contatto diretto e consapevole con la natura stimolerà il bambino ad un rapporto ravvicinato con essa. Per questo motivo nel giardino del centro sarà introdotto un orto con piante officinali ed il bambino sarà guidato attraverso l’uso dei diversi sensi (il tatto, l’olfatto, la vista) a riconoscere le piante e ad apprezzarle. Ai bambini saranno inoltre raccontate delle fiabe, da noi inventate e pubblicate, che faciliteranno il processo di sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente che ci circonda

Educazione al gusto
Riteniamo importante, alla luce degli aspetti sopra esposti, avvicinare il bambino alla conoscenza di frutta e ortaggi, anche attraverso il senso del gusto, offrendo occasioni di laboratori di cucina che permettano al bimbo di conoscere come si cucinano semplici piatti comunemente proposti sulla tavola. Pertanto, dalla raccolta del basilico, ad esempio, il bambino avrà modo di sperimentare come si cucina il pesto, previsto nel menù dell’asilo; allo stesso modo la raccolta delle fragole e delle pesche andrà di pari passo con l’assaggio del frutto. Nel laboratorio di cucina si prevede inoltre lo sperimentare come fare una crostata o la pizza.